Cos’è, Come Funziona e Perché Usare Google Trends

Nell’ambito delle varie attività che si svolgono nel mondo digitale, la possibilità di essere trovati attraverso le ricerche su Google ha assunto una notevole importanza strategica; questo si attua mediante varie tecniche che consentono non solo un inserimento nella SERP ma anche il suo posizionamento.

Penso quindi di interpretare il tuo pensiero se dico che la ricerca è una delle fonti dirette o indirette di guadagno sia su internet che nell’ambito dei social e lo scoprire quali possano essere le tendenze delle ricerche ti consente di essere sempre aggiornato e di posizionarti sempre nei primi risultati proposti.

Mediante questo articolo approfondiremo anche alcuni modi importanti di servirsi di Google Trends per aiutarti nella ricerca di parole chiave da utilizzare in ottica SEO e nella strategia di Content Marketing.

Video Recensione di Google Trends

Come sfruttare Google Trends per la SEO

Che cos’è e a cosa serve Google Trends?

Google Trends è un servizio gratuito collegato con il motore di ricerca che ti permette di vedere cosa sta avvenendo su di esso e ti fa scoprire quali termini di ricerca sono maggiormente utilizzati.

Questi vengono estrapolati inserendoli nel contesto ricercato attraverso interrogazioni che consentono confronti, mappature e la creazione di relativi grafici che ti indicano quando e dove le parole utilizzate per la ricerca sono state (o non sono state) utilizzate.

Questo servizio è molto versatile in quanto ti permette di personalizzare attraverso numerose opzioni la ricerca delle informazioni come ad esempio:

  • intervalli di date;
  • intere regioni (da una estensione continentale fino alla specifica città);
  • o categorie particolari.

Il servizio inoltre ti dà la possibilità di confrontare diverse tipologie di dato e di scegliere il tipo di ricerca (se di tipo testuale, per immagini, per video ecc.).

Tieni però presente che le informazioni che estrapoli da Google Trends sono di dominio pubblico e sempre disponibili e ciò significa che anche i tuoi competitor hanno accesso agli stessi dati; ma la differenza sta nella possibilità di poterli interpretarli in molteplici modi.

Devi quindi convertire quello che ti dice Google Trends in suggerimenti per i tuoi contenuti. Se quindi sei bravo a comprenderli in modo da capire cosa significano esattamente per i tuoi contenuti, avrai sicuramente una marcia in più, scoprendo i contenuti più immediati su internet o sui social media oppure l’uso di determinati hashtag all’interno di ogni social network per cercare di capire di cosa e di come parlano gli utenti; a questo si aggiunge anche la possibilità di vedere in tempo reale le maggiori 20 parole ricercate in tempo reale dalla popolazione del web.

google trends tendenze

Come utilizzarlo

Google Trends è quindi uno strumento che può aiutarti a monitorare molti degli aspetti basilari nell’ambito del web marketing ovvero:

  • capire se stai andando nella giusta direzione;
  • trovare delle nuove iniziative o idee che possano diventare subito popolari;
  • acquisire il maggior numero di dati sui tuoi competitors in un determinato ambito;
  • pianificare con molto anticipo in base al trend attuale.

Muoviti nella giusta direzione con l’aiuto di Google Trends

Il tuo prodotto, il tuo servizio, il tuo stesso sito sono sicuramente stati ben studiati e ottimizzati in ottica SEO ma questo comunque non ti consente di sapere se quelle stesse parole hanno perso di importanza o, al contrario, hanno guadagnato di popolarità in termini di ricerca ed utilizzo; anche usando Google Keyword Planner trovi solo la percentuale di corrispondenza, ma l’andamento?

google trends interesse

Quelle keyword sono popolari ma usate sempre meno oppure sono dalla parte ascensionale e stanno diventando la norma se non un vero e proprio must? Qual è quindi il grado di interesse nel web rispetto alle tue keyword?

Google Trends ti consente di controllare tutto questo in modo che tu possa perfezionare l’organizzazione delle parole chiave all’interno delle tue pagine web in modo da capire quali di esse sono di tendenza positiva e quali invece di tendenza negativa.

Questo è possibile effettuando dei confronti tra parole o frasi e perfezionando le ricerche nelle aree di maggiore interesse; l’uso di Google Trends procura alle tue keyword un ulteriore livello di certezza consentendoti di avere una base sicura di partenza.

Ti aiuta inoltre ad avere un’idea più estesa di quali possano essere le parole chiave migliori per te, per il tuo sito o blog, all’interno della tua regione o città in base alle tendenze sia del momento che nell’arco di un determinato lasso di tempo.

Acquisisci nuove idee

Se non sei troppo assillato per i contenuti o le keyword che rimangono sempre sulla cresta dell’onda oppure vuoi investire sulla creazione di nuovi contenuti (che possano essere all’interno di blog o social media o di siti specifici) che siano corrispondenti a ciò che gli utenti desiderano, è possibile usare Google Trends per trovare nuove opportunità semplicemente domandandoti di cosa oppure di chi stanno parlando le persone ma soprattutto quali parole stanno cercando all’interno della tua stessa area.

Acquisisci il maggior numero di dati sui tuoi competitors

Con Google Trends puoi fare una ricerca su i tuoi diretti competitor o aziende che possono essere collegate all’interno di uno specifico settore o categoria. Andando a confrontare diverse realtà, hai la possibilità di capire i riferimenti e in particolar modo le tendenze dei tuoi concorrenti anche in base alle scelte di keyword effettuate; in questo modo eviti di fare i loro stessi errori o di investire su contenuti che a breve termine si possono dimostrare non proficui.

Pianifica con largo anticipo

Google Trends è un ottimo strumento per capire quali eventi, argomenti o contenuti raggiungono il loro apice in determinati periodi dell’anno, se questo è stagionale, e l’entità dei picchi. Dopo aver fatto la relativa ricerca di confronto su base annuale o multipla è possibile infatti analizzare il grafico ottenuto ed andare ad analizzare le voci che sono posizionate più in alto.

google trends argomento

All’interno del grafico risultante da una tua query è presente un picco nella linea: quando poni il puntatore del mouse sopra di essa puoi avere+ tutte le informazioni riguardo le ricerche effettuate.

Inserendo, inoltre, delle parole chiave meno usate all’interno del tuo ambito puoi impostare una data in modo che la ricerca copra un arco temporale molto ampio per valutare la ripetitività e la regolarità di questo picco nel corso dei mesi.

Questo ti consente quindi di poter variare durante ogni anno e durante ogni singolo mese le parole chiave in base a quando e a quanto queste sono maggiormente utilizzate dagli utenti.

Saverio Tips

Sfrutta le keyword correlate per espandere la tua nicchia di mercato oltre che scovare nuovi competitor!
google trends correlate
Utilizza i dati geografici per capire quali sono le zone che interessano determinati tipi di ricerca. Lo puoi fare tramite regione e città.
google trends regione

Alternative

Questo è uno dei rari casi dove non esistono delle vere e proprie alternative, ma puoi comunque scovare parte di questi dati anche nei vari Tools SEO.

Conclusioni

In considerazione del fatto che Google mette a disposizione anche un altro tool chiamato Google Keyword Planner, che consente di mostrare dati di un certo volume di ricerca in modo assoluto, l’utilizzo affiancato di Google Trends è molto performante in quanto oltre ad avere a disposizione lo stesso genere di dato ti consente di scoprire la popolarità di una o più specifiche query di ricerca.

Questa inoltre può essere calibrata a seconda delle tue esigenze restringendo la regione geografica utilizzando i menu a discesa o adoperando termini specifici per il tuo gruppo demografico fino ad arrivare ad un target molto specifico.

In breve, attualmente non è presente sul mercato uno strumento come Google Trends che possa riuscire a fornirti i dati più aggiornati su tutto quello che è di tendenza; il suo utilizzo ti consentirà di fare un enorme salto qualitativo e di rimanere costantemente aggiornato sulle varie tendenze del momento.

Disclaimer

Ci tengo a precisare che questo contenuto non è di carattere promozionale e la recensione si basa sul testing e sull’utilizzo effettivo da parte mia e del mio team. Sperando che ti possa tornare utile, mi farebbe piacere se lo commentassi e/o lo condividessi sui Social. Grazie!

  • Funzioni
  • Usabilità
  • Prezzo
  • Supporto
4

Voto finale

Media

Pro

  • Strumento gratuito
  • Se unito ad altri tool di Google ti dà una panoramica completa
  • Semplice ed intuitivo

Contro

  • Funzioni limitate

Lascia un commento